BERSAGLIERI/MARO’:”Solidarietà ai due marò Mozzo, sparito uno striscione” LETTO SU L’ECO DI BERGAMO

Cronaca

Infatti, l’Associazione nazionale Bersaglieri comunica di essere più che mai vicina alla vicenda che da due anni relega i marò prigionieri in India e la sezione di Mozzo segnala che lo striscione, dell’Associazione bersaglieri regionale, esposto per tutto dicembre sulla barriera del cortile del Comune, con la scritta: «I bersaglieri lombardi vogliono a casa i nostri marò», è stato fatto sparire nella nottata tra il 22 e il 23 gennaio. È stata fatta denuncia ai carabinieri. Vicinanza ai marò è espressa anche dall’Associazione Granatieri di Sardegna: «Questa vicenda presenta aspetti assurdi e inaccettabili ed evidenzia la impellente necessità che il nostro Paese si riprenda la credibilità e il rispetto che nel contesto internazionale gli competono. Noi Granatieri chiediamo ancora che il Governo ponga in atto con maggiore determinazione e decisione ogni azione utile a riportare a casa i nostri militari» L’associazione chiede anche che lo striscione torni al suo postofoto

Onore al Generale Giangiacomo Calligaris,comandante dell’AVES che ha svolto il servizio da ufficiale nei Bersaglieri a Legnano.

«Oggi sono scomparsi due fedeli servitori dello Stato nell\’adempimento del loro dovere fatto di quotidiana dedizione alle Istituzioni e alla Patria». «Il Paese piange due soldati,due uomini apprezzati e stimati per professionalità, esperienza e dedizione verso le istituzioni e le Forze Armate». Lo afferma il ministro della Difesa, Mario Mauro, appresa la notizia della tragica scomparsa del Generale di Divisione Giangiacomo Calligaris, Comandante dell\’Aviazione dell\’Esercito e del Tenente Paolo Lozzi, allievo ufficiale frequentatore del corso basico di addestramento al volo. Il ministro ha dunque espresso profondo dolore e le più sentite condoglianze ai familiari dei due ufficiali: «addolorato per due vite spezzate così prematuramente, giunga ai familiari dei due Ufficiali, a nome di tutto il personale della Difesa e mio personale, la solidarietà, vicinanza e partecipato dolore di chi serve quotidianamente il Paese». «Da Ministro, uomo e cristiano – aggiunge Mauro – condivido il dolore dei loro familiari, consapevole che in questo momento le parole non possono alleviare la profonda sofferenza causata da una grande perdita». «Alla famiglia del Generale Calligaris che tanto ha dato a questo Paese – dice il ministro – esprimo il mio sincero cordoglio nella consapevolezza di aver perso un grande uomo e sicuro che è tornato a volare in spazi e luoghi molto più felici e sereni di quelli terreni». «Alla Famiglia del Tenente Lozzi, troppo prematuramente scomparso – aggiunge – va il mio commosso pensiero, la Difesa e tutto il suo personale vi è vicino e si unisce a voi, in un ideale abbraccio, nella speranza che ciò possa rendere questo momento meno amaro»

viaTragedia di Viterbo, da Napolitano a Letta messaggi ai familiari delle vittime – Il Messaggero.