Bersaglieri e guastatori dell’Aosta consegnano agli afgani la base di Farah | Il Sito di Palermo

Bersaglieri e guastatori dell'Aosta consegnano agli afgani la base di Farah | Il Sito di Palermo.

Passaggio di consegne l’altro ieri in Afghanistan. I soldati italiani di stanza a Farah, stanno in queste ore lasciando la base operativa “Dimonios” trasferendo la responsabilità della sicurezza dell’area agli afgani. A consegnare l’istallazione militare al governatore della locale provincia sono stati i bersaglieri del VI Reggimento di Trapani. Nella stessa sede dalla quale ha operato il nostro contingente, sarà ospitato un “kandak” (battaglione) del 207/o Corpo d’armata dell’esercito afgano. Alla cerimonia di consegna erano presenti, tra gli altri, il governatore di Farah, Mohammad Omar Sherzad, il generale Michele Pellegrino, comandante del Regional Command West e della Brigata meccanizzata Aosta, il colonnello Mauro Sindoni, comandante del VI bersaglieri e ultimo comandate della base italiana.

Bersaglieri e guastatori dell'Aosta consegnano agli afgani la base di Farah | Il Sito di Palermo

Parà, Bersaglieri, Genio e A 129 Mangusta in battaglia in Afghanistan – YouReporter NEWS

Parà, Bersaglieri, Genio e A 129 Mangusta in battaglia in Afghanistan – YouReporter NEWS.

SHINDAND (Afghanistan) / Uno scontro a fuoco durato oltre 30 minuti ha visto impegnati vari reparti dell’Esercito italiano in Afghanistan, nei pressi di Shindand (QUI LA BASE, gennaio 2013) nel pomeriggio di domenica (15.30 ora locale, le 13 in Italia). I paracadutisti del 183° reggimento Nembo, i Bersaglieri del 7° di Altamura e i militari del 4° reggimento Genio Guastatori di Palermo hanno fronteggiato un attacco a colpi di armi leggere, mortai e lanciarazzi RPG. A supporto delle truppe di terra è intervenuto il dispositivo aereo, tra cui gli elicotteri d’attacco dell’Esercito A129 Mangusta (task Force Fenice, con base ad Herat) e due aerei della coalizione Isaf.

L’azione di “sganciamento”, come si dice in gergo, ha permesso che tutti i militari italiani tornassero illesi. La coalizione Isaf non ha reso noto nulla su eventuali vittime tra gli assalitori (sotto, servizio su Mangusta da dossier Afghanistan)