I bersaglieri mobilitati per Emilia A Mozzo raccolta porta a porta – Hinterland – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia

I bersaglieri di Mozzo raccolgono beni di prima necessità per i terremotati dell’Emilia, dal 2 giugno in piazza e a domicilio. L’Associazione Nazionale Bersaglieri della Lombardia in collaborazione con la ANB Emilia Romagna sta organizzando una raccolta beni di prima necessità per le popolazioni colpite duramente dal terremoto.

A Mozzo è stato organizzato anche il ritiro nelle abitazioni (di tutti gli abitanti del paese) telefonando al 3484463210 oppure scrivendo a bersaglieri.mozzo@gmail.com.

Bersaglieri presenti anche al gazebo in piazza il 2 giugno dalle 9 alle 18. Per ovvi motivi – spiega una nota – i beni devono essere a lunga conservazione

COSA SI RACCOGLIE: PASTA – RISO – ZUCCHERO – LATTE – CONSERVE DI POMODORO – FAGIOLI – CARNE IN SCATOLA – SUGHI – MARMELLATE – TONNO – OMOGENEIZZATI – SAPONETTE – DETERSIVI DA BUCATO – PANNOLINI BIMBO E SIGNORE – MATERIALE PER LA PULIZIA PERSONALE

viaI bersaglieri mobilitati per Emilia A Mozzo raccolta porta a porta – Hinterland – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

Bresso – Ad accogliere il Papa, la fanfara dei bersaglieri | Lombardia | Varese News

Bresso - Ad accogliere il Papa, la fanfara dei bersaglieri | Lombardia | Varese News

Saranno gli ottoni di tre fanfare bersaglieri in congedo a dare il benvenuto a Papa Benedetto XVI sul campo d’aviazione di Bresso, in occasione della santa Messa della mattina di domenica 3 giugno.

Una partecipazione che non si limiterà alla presenza delle formazioni musicali dei fanti piumati, costituite dalle fanfare “Luciano Manara” di Milano, “Nino Garavaglia” di Magenta e “Aminto Caretto” di Melzo. L’Associazione Nazionale Bersaglieri metterà a disposizione infatti i suoi associati per effettuare il relativo servizio d’ordine.

In accordo con l’Associazione Nazionale Bersaglieri, l’amministrazione bressese divulgherà inoltre

i manifesti che mostrano la visita dei bersaglieri al Pontefice, avvenuta nel 2010, durante la quale fu donato al Santo Padre un cappello piumato: a fianco l’immagine che sarà sulle strade del paese della cintura milanese che accoglierà il santo Padre

viaBresso – Ad accogliere il Papa, la fanfara dei bersaglieri | Lombardia | Varese News.

#terremoto Emilia Romagna: i Bersaglieri di Mozzo raccolgono beni di prima necessita’ dal 2 giugno in piazza e a domicilio.

L’Associazione Nazionale Bersaglieri della Lombardia in collaborazione con la ANB Emilia Romagna sta organizzando una raccolta beni di prima necessita’ per le popolazioni colpite duramente dal terremoto. A Mozzo abbiamo organizzato il ritiro presso le vostre abitazioni (di tutti gli abitanti di Mozzo) telefonando a 3484463210 oppure scrivendo a bersaglieri.mozzo@gmail.com. Saremo presenti anche al gazebo in piazza il 2 giugno dalle 9 alle 18. Per ovvi motivi i beni devono essere a lunga conservazione quali: PASTA –  RISO – ZUCCHERO – LATTE – CONSERVE DI POMODORO – FAGIOLI – CARNE IN SCATOLA – SUGHI – MARMELLATE – TONNO – OMOGENEIZZATI – SAPONETTE – DETERSIVI DA BUCATO – PANNOLINI BIMBO E SIGNORE – MATERIALE PER LA PULIZIA PERSONALE

Il generale Lops, decano dei bersaglieri, indossa il nuovo basco piumato

La sfilata conclusiva del 59/0 raduno nazionale dei Bersaglieri, tenutasi a Torino il mese scorso, è stata anche l’occasione per la presentazione del nuovo basco nero che è stato adottato dal corpo dei Bersaglieri. È non poteva essere che il capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Giuseppe Valotto, a consegnare il primo basco al generale Vincenzo Lops, comandante delle forse operative dell’Esercito per il Centro-Sud Italia e decano dei Bersaglieri e figura notissima a Caserta per essere stato, fra l’altro, anche il Comandante della Brigata “Garibaldi”.

viaIl generale Lops, decano dei bersaglieri, indossa il nuovo basco che sostituisce il fez di Crimea | VivoCaserta – Il portale della società civile della Provincia di Caserta.

60° Raduno Nazionale Bersaglieri – Latina 2012

“ARRIVEDERCI A LATINA”

………questo c’era scritto poco tempo fa, il 19 giugno u.s, sullo striscione che ha chiuso, come è nostra tradizione, il 59° Raduno Nazionale dell’ Associazione Nazionale Bersaglieri, a Torino. Città eretta alle celebrazioni del 150° compleanno della nostra bella Italia. Ha sfilato sorretto dal Comitato Organizzatore e dagli orgogliosi bersaglieri pontini. Tra due ali di folla festante che ha accompagnato, sostenuto tutti i bersaglieri presenti, e i magnifici e festanti custodi del testimone del 60° Raduno Nazionale dell’ Associazione Nazionale Bersaglieri. Attraversando di corsa la bella Piazza San Carlo con il mitico Flik Flok delle fanfare schierate. Onore a Torino. Onore a Latina.

Eccoci qua pronti e decisi alla missione. Seguiteci nella nostra storia in terra pontina. Terra di storia, di tradizioni, di bellezze naturali, di ospitalità, di forza di volontà ….. BENVENUTI A LATINA, BENVENUTI alla preparazione del 60° Raduno Nazionale dei Bersaglieri dell’Associazione Nazionale Bersaglieri….

via60° Raduno Nazionale Bersaglieri – Latina 2012.