Bersaglieri: incontro fondativo della sezione di Mozzo

Classe 1934, una bersagliera di eccezione madrina dell’ incontro fondativo della sezione locale dei bersaglieri. Alla presenza del Presidente Provinciale Bers. Ten. Valentino Rocchi e del Segretario Bers. Lorenzi Cesare ha avuto luogo un momento importante per i bersaglieri di Mozzo. Sempre presenti con il cappello piumato a tutti i raduni e cerimonie commemorative dei caduti della Nazione, nel mese di giugno su invito del presidente provinciale e sotto gli auspici del presidente nazionale Gen. Pochesci un gruppo sempre piu’ numeroso di fanti piumati di Mozzo ha deciso di fondare una sezione anche nel nostro paese. Putroppo in queste settimane ci aveva lasciato il decano di questo gruppo, il Bers. Ceresoli, e proprio sul suo entusiasmo di sempre e’ stato deciso di affrettare i tempi per questo importante appuntamento. Come ricordavamo e’ stato questo il momento per premiare la bersagliera di Mozzo: un titolo ottenuto sul campo. Una vita spesa per il lavoro duro in officina in aiuto ai fratelli fabbri, la “bersagliera” Cecilia UBIALI ( nella foto con il presidente Provinciale) una vita di corsa anche quando alcuni anni fa un incidente sulla strada l’aveva menomata degli arti inferiori. Nonostante le sofferenze lunghe e senza speranza, il carattere combattivo di Cecilia faceva si che oltre che nel paese anche nelle corsie dell’ ospedale, dove erano in corso le cure riabilitative, non mancavano gli apprezzamenti del personale medico al grido di : “arriva la bersagliera”. Quale momento piu’ importante se non questo: bersagliera nella vita ora bersagliera con i gradi. Un esempio vivente di tenacia e spirito combattivo anche quando la vita sembrava averle tolto tutto. Nominata decana dei bersaglieri. Ma la grande festa sara’ il 18 dicembre prossimo quando la Fanfara di Bergamo, di corsa, raggiungera’ il palco del cineteatro di Mozzo per il Concerto di Natale. Il capo fanfara Bers. Delprato Virginio ha deciso insieme ai suoi uomini di omaggiare al neonato gruppo di Mozzo questo evento. Una raccolta fondi durante lo spettacolo che i bersaglieri di Mozzo hanno deciso di devolvere alla fondazione EOS la stella del mattino.

Nelle foto alcuni momenti dell’ incontro con alcuni bersaglieri e simpatizzanti di Mozzo.

MOSTRA 150 ESIMO UNITA’ ITALIA- VERDELLO-Articoli dai Bersaglieri

Sabato 6 novembre nel pomeriggio ho avuto la felice intuizione di visitare a Verdello la mostra organizzata dai Bersaglieri locali.

Felice idea perché, anche conoscendo le qualità organizzative e la gran passione storica del bers. Giuseppe Ubbiali non immaginavo minimamente di visitare una mostra così ben organizzata e vasta.

Felice proposito perché partecipare attivamente a simili iniziative bersaglieresche, ritengo, dia soddisfazione ed appagamento alle persone che certamente hanno dedicato a quest’iniziativa tempo e denaro. Niente viene dal nulla.

Un’ ininterrotta serie di foto che svariava dal 1848 al 1918, cimeli vari e tanti tantissimi libri d’enorme interesse storico erano ordinatamente ed in sequenza disposti nelle sale e lungo l’ampio corridoio.

Medaglie varie, armi d’ogni genere, decorazioni facevano bella vista di sé nelle bacheche e nelle teche, esattamente inquadrate nel loro periodo storico.

Il materiale riguardante, i Bersaglieri era predominante, ma non mancavano oggetti e documentazioni riguardanti il periodo storico trattato.

Mi hanno fatto da guida due nostri ex presidenti provinciali i bersaglieri Giacomo Raimondi e il collezionista Giuseppe Ubbiali.

Ho dedicato particolare attenzione ad un vecchio volume che trattava la biografia di tutti i Garbaldini bergamaschi della Spedizione dei Mille.

Il tempo è passato in fretta, troppo in fretta, pertanto ho preso la giusta decisione di tornarci.

Ci sono tornato il successivo martedì di mattina; con più tempo a disposizione mi sono perso nel passato che ha portato all’Unità d’Italia.

Ho scattato alcune foto che gentilmente l’esperto Luca pubblicherà, qui sul nostro sito.

Approfitto di questo spazio per ringraziare, ma soprattutto elogiare gli ideatori, gli organizzatori, gli allestitori e i custodi della mostra: l’amatore, il collezionista, il ricercatore Giuseppe Ubbiali, il presidente di Verdello Alessandro Albani, l’amico Giacomo Raimondi, l’infaticabile Rino Locatelli e tutti quanti i Bersaglieri di Verdello.

Tanto di cappello!

viaArticoli dai Bersaglieri.